SOAVEMENTE | Maria Grazia Melegari

Maggio 2010 | Wine blog

Claudia e Giulia Benazzoli: il Bardolino è…rosa!

L’ Azienda, per la verità,  si chiama Fulvio Benazzoli ed è a Pastrengo (Vr), sulle colline che guardano il Lago di Garda. Fu lui a  trasferirsi nelle terre del Bardolino, partendo da Ala di Trento nel 1975, dove la passione del far vino gliel’avevano trasmessa il padre e il nonno. Ora l’Azienda  ha 28 ettari vitati  e acquista  anche uve da alcuni conferitori:  continua ad essere un ‘azienda che produce numeri considerevoli di vino sfuso di diverse varietà. Ma qui viene la sorpresa: il  signor Fulvio che, come si può intuire dalla foto è intorno ai cinquant’anni e s’è  sposato piuttosto giovane, ha avuto due figliole, Giulia e Claudia.
Chissà quante volte avrà pensato “Che faranno da grandi le mie ragazze?” La risposta è presto detta.

Le due vivaci e intraprendenti figliole, senza subire nessuna pressione familiare, han studiato l’una da tecnico agronomo e l’altra da enologo. Le produttrici donne non costituiscono certo una novità. E però abbastanza difficile trovare un’ azienda in cui i tecnici principali, in vigna e in cantina, siano donne. Qui lo sono, e, per giunta, sorelle. Siamo andati a trovarle, Giulia e Claudia, perché all’Anteprima del Bardolino, il loro Chiaretto Spumante aveva lasciato un segno di sorprendente carattere, freschezza e piacevolezza, in una degustazione rigorosa in cieco.

La cantina è vasta, strutturata per i considerevoli ettolitri  della produzione paterna, con un bel numero di serbatoi in acciaio.  Lungo una parete libera, quasi timidi,  appaiono alcuni piccoli serbatoi. “E’ la nostra cantina” ci dicono Giulia e Claudia. “L’ abbiamo soprannominata “la cantina delle Barbie”,  dicono scherzosamente. I piccoli contenitori sembrano infatti dei giocattoli, messi  accanto ai “Mazinga Zeta” da migliaia di ettolitri. Finiti gli studi, le due ragazze decidono di sperimentare una loro piccola produzione dei tre vini del territorio: il Bardolino, il Chiaretto, il Chiaretto Spumante.  La prima annata è il 2009 con poco meno di mille bottiglie per tipologia.

Un gioco, insomma. Sfidando anche qualche dubbio del buon papà Fulvio e qualche sguardo ironico di chi ha raccolto dai vigneti più vecchi dell’azienda le uve ritenute migliori.

Ora però papà Fulvio dubbi non ne ha più; quelle due figliole non scherzano, fanno sul serio. Il loro Bardolino Chiaretto Spumante, alla prima apparizione,  ha totalizzato ben tre premi internazionali: la Medaglia d’Oro  a Cannes al Mondial du Rosè, il bronzo al concorso della rivista anglosassone Decanter e l’argento Best in Class all’International Wine and Spirit Competition londinese. Mica noccioline! . E il loro non è che l’inizio… e che inizio! I vini hanno un carattere ben definito, il Chiaretto Spumante, poi, brilla di un rosa porpora,  da “caramella inglese” ( ha stregato i londinesi di sicuro!). Più levigato che all’ Anteprima, ha un sorso fresco e fruttato. Ideale da mettere in ghiaccio a bordo piscina, sulla spiaggia, sulle rive del lago o sotto un pergolato, quando d’estate il termometro sale. Va giù che non te ne accorgi. Tutti i vini sono verticali, fragranti, facili (da bere) e si distinguono per una personalità spiccata: tutt’altro che piacioni o banali. Abbiamo fatto un grande augurio a Claudia e Giulia che han 49 anni in due. Sono  felici e orgogliose e hanno di che esserlo: brave le sorelle Benazzoli!

Video su YouTube

Articolo completo


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: